about

Tutto è flusso, ogni cosa si muove, vibra, pulsa, tutto è in continua trasformazione. L’opera si crea grazie ad un dialogo continuo, in un flusso organico creato dal rapporto tra la materia, il pensiero, la stratificazione delle tracce e gli spazi vuoti. Nella grammatica compositiva la forma e il contenuto sono in stretta relazione, si sostanziano a vicenda, essendo la forma il diretto risultato nato dal senso. Ci sono  percorsi, spazi, pause su cui volgere lo sguardo, c’è l’invito ad entrare nell’opera. Lo sguardo che si immerge nel caos dei percorsi è invitato ad incontrare la poetica del fluire. Spazio di apertura, di scoperta, ogni volta diverso, per ognuno diverso. Ci sono delle porte, dei passaggi  che pongono domande,  per non  attaccarsi a una dimensione dell’essere che quando è chiusa non può che essere limitata. Non c’è provocazione, urlo, solo necessità di seminare armonia.

Everything flows, every single thing moves, vibrates, pulses. Everything is constantly changing. 
The artwork arises from a constant dialogue, an organic flow, a relation between materials, thoughts, the layering of traces and empty spaces. 
In the compositional grammar there is a close relation between the form and the content, they shape each other since the form is the direct result of the content. 
There are paths, traces, pauses to focus on. There is an invitation to enter in the artwork.
The eye, plunging into the chaos of the paths, is invited to meet the poetics of flowing. It’s a dimension where one can open, discover, wonder, that is different every time, different for everyone. 
There are thresholds and passages asking questions, calling not to stick to a single space, to a single dimension of being that, when is closed, can only be limited. 
There’s no provocation, no screaming, just the need to call to listening, to sow harmony.
contact